Vai ai Contenuti - Go to content Vai alla Navigazione - Go to navigation Vai alla Ricerca - Go to search
AGENSU :: Agenzia d'informazione telematica per la storia e le Scienze Umane

Le 14 villanelle alla napolitana del compositore marchigiano Giulio Bonagiunta

giovedì aprile 2, 2009

Domenica 26 aprile alle ore 18 presso la sala Beniamino Gigli del Teatro Lauro Rossi di Macerata l’ensemble aquilano di musica antica Aquila Altera presenterà in prima esecuzione assoluta l’integrale delle 14 villanelle alla napolitana del compositore marchigiano Giulio Bonagiunta da S. Ginesio (1530 ca. – 1571). Il concerto patrocinato dall’assessorato alla cultura del comune marchigiano è un’altra perla che va ad aggiungersi al vasto repertorio eseguito dall’ensemble abruzzese.

Infatti, dopo aver riscoperto ed eseguito in prima assoluta il Codice Musicale di Rocca di Mezzo (AQ) contenente alcune delle più belle pagine di musica francese rinascimentale, l’ensemble Aquila Altera, grazie al lavoro di trascrizione eseguito dal M° Emiliano Finucci, componente del gruppo, si appresta a far rivivere alcune delle più belle pagine di musica antica marchigiana.

Le 14 villanelle del Bonagiunta costituiscono degli unica nel panorama del vasto repertorio della musica rinascimentale italiana. Sconosciute fino a pochi anni fa, sono state fonte di studio di eminenti musicologi americani.

Giulio Bonagiunta, considerato come figura di secondo piano nel panorama musicale italiano, è invece da considerarsi un’ innovatore nella composizione della villanella. Nato a S. Ginesio (Macerata) lavorò a Venezia sia come cantore che come Editore musicale ed era in contatto con i maggiori musicisti dell’epoca che operavano sia in Italia che all’estero.

L’ensemble Aquila Altera, con sede a L’Aquila, è formato da musicisti esperti del settore provenienti da tutto il centro Italia (Marche, Abruzzo, Umbria) ed è presente nei più importanti festival internazionali di musica antica.
Angelo Gambella

Musica, Rinascimento

---

Magie d'Estate 2008

giovedì luglio 24, 2008

Dal 25 Luglio nel suggestivo borgo di Santo Stefano di Sessanio a pochi Km da L'Aquila si avvicenderanno numerosi eventi che daranno vita alle “Magie d’Estate 2008”.

Il programma propone numerosi appuntamenti, con un’offerta in grado di soddisfare i tanti turisti che nel corso degli anni hanno imparato ad amare questa seducente località dell’Appennino abruzzese, o che per la prima volta avranno l’opportunità di apprezzarlo. Il fil – rouge che lega le manifestazioni che animeranno l’estate stefanara, che sono tra di loro differenti e a volte anche distanti per peculiarità e caratteristiche, è stato quindi quello voler mettere in luce le particolarità architettoniche, storiche e naturalistiche di S. Stefano. Un particolare appuntamento è il II Festival di Musica Medievale e Rinascimentale che sostiene l’immagine di S. Stefano di Sessanio nel panorama culturale internazionale.

In particolare il secondo Festival di Musica Medievale e Rinascimentale prevede nel periodo 9 – 31 agosto, le esibizioni nella Chiesa di Santo Stefano dell'Ensemble Aquila Altera il 9 agosto; il 12 Agosto presso la Casa del Capitano dell'Accademia degli Imperfetti; il 23 Agosto presso la Chiesa Madre, di Fiffaro Consort, e infine il 31 agosto alle ore 18.30 presso la Casa del Capitano di Orientis partibus.
Roberta Fidanzia

Rinascimento, Musica

---

Le più belle arie di tutti i tempi

venerdì gennaio 11, 2008

Il Corriere della Sera, in esclusiva, propone l'opera "Le più belle arie di tutti i tempi", doppio cd per celebrare i duecento anni dalla fondazione di Casa Ricordi (1808 – 2008). Il progetto, che è stato ideato dal Comitato Nazionale per le Celebrazioni del bicentenario della fondazione di Casa Ricordi, ha lo scopo di valorizzare il patrimonio che la nota Casa rappresenta per la città del Duomo e per il mondo intero. L’opera contiene 34 tra le più belle arie di tutti i tempi tratte da celebri opere liriche. Alcuni esempi: Va’ pensiero dal Nabucco, Casta Diva dalla Norma, Largo Factotum dal Barbiere di Siviglia, Nessun Dorma dalla Turandot, e via ascoltando... Tutte le opere sono eseguite dai migliori tenori, soprani ed orchestre di tutti i tempi. La storia della Casa Ricordi è illustrata, corredata da immagini fornite dall'Archivio Storico della medesima, nel libretto che apre la raccolta.
Roberta Fidanzia

Musica, Libri

---

Manoscritti di Scarlatti alla Marciana

lunedì dicembre 17, 2007

In occasione del 250° anniversario della morte di Domenico Scarlatti (Napoli, 26 ottobre 1685 - Madrid, 23 luglio 1757), la Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia, espone nelle sue Sale alcuni manoscritti delle Sonate del celebre compositore, scelti tra i 15 codici musicali acquisiti dalla Marciana nel 1835, dalla nobile famiglia Contarini di San Beneto (Benedetto).

L'esposizione si tiene da oggi 17 dicembre fino a domenica 6 gennaio 2008.

I codici musicali in mostra tramandano 496 sonate per cembalo di Scarlatti. Sarà esposta anche la copia degli "Essercizi" appartenenti all'infanta del Portogallo, Maria Barbara di Braganza, sposa di Ferdinando VI di Spagna.
La mostra è a cura di Anna Claut e Susy Marcon, l'allestimento di Silvia Pugliese, Annalisa Bruni coordina l'ufficio stampa.

L'ingresso al pubblico avviene dal Museo Correr con biglietto del percorso integrato dei Musei di Piazza San Marco, nell'orario 9 - 17.
Angelo Gambella

Musica, Mostre

---

Musica medievale con i laboratori dell'ARCA

lunedì novembre 12, 2007

Domenica 25 novembre presso la Chiesa Madre di S. Stefano di Sessanio nell’ambito della I edizione de "I Laboratori di Musica Corale dell’A.R.C.A." si terrà una laboratorio sulla musica medievale tenuto dall’ensemble AQUILA ALTERA. Promotori della manifestazione saranno oltre all’A.R.C.A. Associazione Regionale Cori dell’Abruzzo: l’amministrazione comunale e la Pro–Loco di S. Stefano di Sessanio.
La giornata sarà articolata in due momenti: la mattina dalle ore 9.30 nella Chiesa Madre al centro del borgo si presenteranno due tra i codici più importanti del Medioevo: Las Cantigas de Santa Maria ed il Llibre Vermell de Montserrat e saranno presentati alcuni degli strumenti musicali in uso all’epoca.
Nel pomeriggio seguirà un laboratorio corale ed i brani studiati saranno oggetto del concerto finale che si terrà lo stesso giorno alle ore 18.00 sempre nella Chiesa Madre.
I brani di studio saranno resi disponibili al momento dell’iscrizione in formato.pdf.
Angelo Gambella

Musica, Cultura

---
« Articoli precedenti |